Questi i programmi della Biblioteca per gli ultimi quattro mesi del 2017. Gli incontri, salva diversa indicazione, si svolgono alle ore 17.00 nella sede di via Marconi 8/E.

Settembre

27- Apertura stagione 2017/2018 e conferenza di Tiziano Bellucci sul tema: L’aldidà secondo la scienza spirituale di Rudolf Steiner.

Ottobre

7 sabato (ore 15.00-18.00)- Hilde Genoese: Esperienze di metafonia

18 – Nicola Tosi con Pierluigi Ghiggini e Massimo Teodorani: Il mistero delle sfere di luce della pietra di Bismantova

25- Davide Reghizzi: Costellazioni teatrali

 

Novembre

4 (sabato – Giornata di Studio sul tema : Medianità oggi (si veda il programma a parte)

15: Gianni Monduzzi- presentazione del libro Intervista con Dio

22:Claudio Cannistrà- Basi e fondamenta dell’astrologia

29: Giorgio Cozzi- Un ponte tra parapsicologia e spiritualità: il caso della medianità. Ricerche, prove ed esperimenti con la sensitiva Marilisa

 

Dicembre

2 (sabato h. 15-19) Seminario di Tiziano Bellucci sul tema “Esperienze fra morte e nuova nascita. L’aldilà secondo la scienza spirituale di R. Steiner” (si veda il programma a parte)

6 Paola Giovetti- presentazione del libro: Piccola antologia della felicità

13-Chiusura attività 2017. Pomeriggio musicale

 

Curricula dei relatori:

Tiziano Bellucci: insegnante di musica, scrittore, cultore del pensiero di Rudolf Steiner

Hilde Genoese: studiosa delle tematiche della ricerca psichica, esperta di metafonia

Pierluigi Ghiggini: giornalista, direttore del Web Magazine Reggio Report

Nicola Tosi: astrofotografo, scopritore del fenomeno delle stere di luce a Bismantova

Massimo Teodorani: astrofisico, saggista

Davide Reghizzi: counselor di costellazioni familiari, ricercatore indipendente di sciamanesimo, medianità e ipnosi regressiva

Gianni Monduzzi: studioso di esoterismo, consigliere della Fondazione Biblioteca Bozzano-De Boni

Claudio Cannistrà: astrologo a indirizzo storico, consigliere della Fondazione Biblioteca Bozzano-De Boni

Giorgio Cozzi: presidente dell’AISM (Associazione Italiana Scientifica di Metapsichica) di Milano, studioso della sensitività in tutte le sue forme

Paola Giovetti: presidente Fondazione Biblioteca Bozzano-De Boni, direttore della rivista Luce e Ombra

 

28   GIORNATA DI STUDIO

4 novembre 2017

MEDIANITA’ OGGI

Il tema della medianità è sempre stato al centro degli interessi della ricerca psichica. E’ stato anche il primo ad essere indagato con attenzione. In questa Giornata di studio vogliamo ritornare su questo coinvolgente argomento e presentarne alcuni aspetti. Paola Giovetti ricorderà il medium romano Demofilo Fidani, mancato nel 1995, che conobbe bene e che è stato uno dei pochi medium in grado di produrre fenomeni rarissimi quali voce diretta e scrittura diretta. Clara Pasini, di professione ottico, alcuni anni fa, senza alcuna premessa e preparazione, fu sorpresa da un “contatto” col famoso pittore spagnolo Jean Mirò che tuttora le fa dipingere quadri nel suo personalissimo stile. Regina Zanella, brasiliana di origine e italiana di adozione, parlerà della grande tradizione spiritualista del suo Paese.

Il pomeriggio sarà dedicato a Barbara Amadori, talento medianico naturale, che effettuerà col pubblico esperimenti di contatto con la dimensione dell’Oltre.

Una Giornata tutta da vivere, che si preannuncia veramente unica.

PROGRAMMA

9.00: apertura segreteria

9,30: Paola Giovetti: A tu per tu col medium romano Demofilo Fidani

10,30: Clara Pasini: La mia avventura con Jean Mirò

11,30: Regina Zanella: Medianità in Brasile

15.00: Barbara Amadori: Esperienza diretta di contatti con l’Oltre

17.00: chiusura dei lavori

 

Curricula dei relatori:

Paola Giovetti: presidente Fondazione Biblioteca Bozzano-De Boni, direttore della rivista Luce e Ombra

Clara Pasini: ottico, studiosa di esoterismo, canalizza il pittore Jean Mirò

Regina Zanella: brasiliana di origine, italiana di adozione, esperta di medianità

Barbara Amadori: medium spiritualista

 

2 dicembre, h 15-19

Seminario di Tiziano Bellucci

Esperienze fra morte e nuova nascita. L’aldilà secondo la scienza spirituale di Rudolf Steiner.

Abbandonare il corpo fisico, significa compiere un viaggio entro gli spazi cosmici. Il defunto compie un percorso di cambio di stati di coscienza e di mondi.
Chi lascia il piano fisico, resta unito a coloro che rimangono sulla terra attraverso uno stretto legame. Il defunto resta in rapporto, dopo la morte, con gli esseri che ama. Gli uomini devono qui sulla Terra conquistarsi sempre di più rappresentazioni sulla vita dopo la morte per essere in grado di ricordarsene dopo la morte, onde portare con sé qualche cosa al di là delle porte dell’aldilà. I pensieri che noi ci formiamo qui sui mondi spirituali sono un nutrimento per i defunti e per una delle forze più importanti che rimangono dopo la morte: la forza del pensare.

PROGRAMMA CONFERENZE E INCONTRI settembre, ottobre, novembre, dicembre 2017